Lavoro e stress: ecco i 5 consigli di LinkedIn Italia per i lavoratori under 30 italiani

18. 03. 05
posted by: mie

Una ricerca condotta da Censuswide nel 2017 su 2.000 persone in un’età compresa tra i 25 e i 33 anni dipinge di grigio il panorama del lavoro per i giovani italiani.

Crisi del lavoro, disoccupazione in aumento, giovani “mammoni”; quante volte lo abbiamo sentito dire?

Naturalmente, può capitare di subire una interruzione della collaborazione, ma cosa succede quanto la situazione è ciclica e si ripete, o quando siamo proprio noi a scegliere di prenderci una pausa?

E’ quello che succede costantemente a tantissimi ragazzi italiani stretti nella morsa tra le difficoltà del lavoro, le proprie ansie ed insicurezze e l’incompetenza di chi nel mondo del lavoro dovrebbe avere ruolo di mentor.

La ricerca, infatti, ha evidenziato come il 78% dei lavoratori tra i 20 e i 30 anni sia colpito dalla cosiddetta “quarter life crisis”, la crisi del quarto di vita.

Si tratta di uno stato di stress che costringe questi giovani a rivedere il proprio percorso professionale perché insoddisfatti, o perché costretti da circostanze esterne.
Quando la crisi colpisce, quasi la metà di loro lamenta pensieri negativi sul proprio futuro, come l’ansia di non riuscire a trovare un lavoro che li appassioni (43%), non essere in grado di costruirsi un futuro comprando casa (33%), o ancora si sente semplicemente frustrato riguardo alle proprie possibilità di carriera (41%).

 

 

Sembra quasi assurdo pensare che ben il 28% degli intervistati pensa di aver passato troppo tempo facendo un lavoro sbagliato, ovvero di essere praticamente insoddisfatti della carriera professionale.

E’ evidente da questi dati che il lavoro non sia più solo uno strumento di vita, ma ricopra un ruolo centrale nelle aspirazioni di ognuno.

Marcello Albergoni, Head of Italy di LinkdedIn, commenta

“Sappiamo che essere tra i 20 e i 30 anni nella società moderna può essere estremamente complesso con l’aggiunta delle pressioni che arrivano da fattori come la distorsione della realtà creata dai social media, il riuscire ad avere una casa propria e il trovare il proprio lavoro dei sogni. Senza sorprese, quindi, notiamo come poco più dei tre quarti di coloro che hanno questa età sembrano ancora in forte difficoltà e sono costantemente alla ricerca di un consiglio”.

Consiglio sembra essere la parola chiave. Eppure a parlare di metodologie e soluzioni è emerso un panorama quanto mai lacunoso.
Quello che sembra mancare è proprio un supporto, una figura che accompagni i giovani nel mondo del lavoro senza costringerli a reinventarsi da soli continuamente.

Ancora qualche dato ci indica come il 59% degli intervistati senta la necessità di ricevere suggerimenti concreti. Di solito si cerca di rimediare appoggiandosi alla famiglia (50%), partner (48%) e amici (47%), supporti necessari e perfetti sul piano psicologico, ma non competenti dal punto di vista tecnico.  2 intervistati su 5 vorrebbero appoggiarsi ad una guida che possa farli uscire da questo stato di crisi, che può durare anche 6 mesi.  

03 BUSINESS LAVOROconsigli ricerca linkedin career advice

A volte, basterebbe solo il consiglio giusto al momento giusto.

Proprio per questo LinkedIn ha pensato ad uno strumento che attivamente possa aiutare a risolvere la situazione, collegando i suoi oltre 530 milioni di utenti con persone che hanno una grande varietà di conoscenze, competenze e risorse nei loro rispettivi settori d’interesse.

Attraverso Career Advice, gli utenti saranno in grado di consultarsi con esperti del settore per ottenere consigli su come muoversi al meglio per il proprio futuro lavorativo, cambiare ambito professionale o aumentare le proprie competenze, aiutandoli in maniera concreta a superare la crisi del quarto di vita.

Sicuramente una bella opportunità, anche solo per chi senta di voler cambiare il proprio percorso.

Non solo strumenti, però. A lato di questa ricerca, infatti, Linkedin ci lascia anche 5 preziosissimi consigli:

  1. Smettila di paragonare te stesso agli altri

Un modo sicuro per alimentare il nervosismo e l’insoddisfazione è confrontare la propria situazione professionale con i propri colleghi. Ricordatevi che tutti sono a un punto differente della loro carriera, quindi evitate di confrontare voi stessi con gli altri – qualunque sia la vostra definizione di successo e qualunque cosa vi renda felici – è sufficiente.

  1. Fate un passo indietro e individuate la strada giusta

E’ normale essere in difficoltà con tutta la pressione che bisogna sostenere a cuasa delle aspirazioni professionali e familiari, soprattutto se si è troppo immersi in questo contesto. Fate un passo indietro e scrivete su un foglio ciò che davvero vi rende più nervosi, cosa sia da salvare, cosa non vi permetta di essere felici nel vostro settore o nelle vostre relazioni personali. Questo vi consentirà di risolvere il problema, aiutandovi ad avere un migliore approccio per parlare con gli altri.

  1. Siate gentili con voi stessi

Entrare nella crisi del quarto di vita può essere un processo difficile e portato all’estremo dal fatto che voi diventiate i vostri peggiori critici. Ricordate a voi stessi che questa però può anche essere un’esperienza positiva che addirittura potrebbe permettervi di cambiare e progredire, sia con la carriera, sia con la vostra vita privata, rendendovi se possibile più felici per il futuro. Come potete vedere dalla ricerca, la crisi non durerà per sempre!

02 BUSINESS LAVOROconsigli ricerca linkedin career advice

  1. Parlate con gli altri

E’ importante discutere della propria insoddisfazione. Parlare con gli altri di determinati problemi non vi permette solo di razionalizzare meglio la situazione, ma vi aiuta anche a trovare la soluzione. Se pensate che sia ottimo che I vostri amici e familiari ci siano per supportarvi, dovete capire anche che è bene avere un parere incondizionato, soprattutto da qualcuno che ha esperienza nel vostro settore. Con il nuovo strumento di Linkedin, Career Advice, sarete in grado di connettervi facilmente con un ampia gamma di mentori che potranno offrirvi una prospettiva reale e buoni consigli – dato che anche loro da giovani saranno stati nella vostra stessa posizione!

  1. Fate ricerche

Una volta che avrete discusso la vostra situazione con le persone giuste, è importante andare avanti e cercare le vostre opzioni e, ancora più importante, le vostre passioni. Anche se iniziate una nuova carriera altrove, cominciate a viaggiare o cambiate ruolo – è necessario essere consapevoli delle proprie possibilità.

Più di tutto, nella vita, e nel lavoro, è necessario agire.
Capire di aver bisogno di consigli da persone più qualificate è il primo passo verso una crescita personale e professionale.


"Qualunque cosa tu possa fare, qualunque sogno tu possa sognare, comincia. L'audacia reca in sé genialità, magia e forza. Comincia ora"

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna